19 idee per creare vasi riciclando ciò che abbiamo in casa

Ho visto dalle statistiche del blog che il riciclaggio è un argomento che interessa molto i miei lettori.

Ne sono molto felice perchè riciclare è una nobile inizativa, oltre che uno straordinario esercizio di creatività! Quindi  dopo avervi parlato in passato di “9 (e più) modi per riciclare le cassette della frutta“, oggi vi parlerò di come creare dei vasi.. dal nulla!

Qualche giorno fa ho postato l’articolo “Tutorial fotografico: giardino fai da te e mangiatoia per uccellini” perchè l’idea è secondo me molto, molto carina, ma in questo caso l’oggetto è stato creato con dei vasi…. quindi niente riciclaggio, ma… mettendo assieme questa idea e quella che vi proporrò oggi, potrebbe venir fuori qualcosa di molto originale, che ne dite, ho stimolato un po’  la vostra creatività? 🙂

Prima di inziare vi ricordo un’altra cosa importante, se non avete idea di come coltivare il vostro orticello sul balcone, date un’occhiata a questo Ebook gratuito, dove troverete le informazioni che vi servono.

Un ultima cosa prima di iniziare.. tutte le immagini presenti in questo post le ho prese dal web e naturalmente ho inserito i link alla fonte originale. Cliccandoci sopra troverete nella maggior parte dei casi altre foto e tutorial.

Bene, iniziamo subito!

1) L‘ombrello rotto

2) Bicchieri rovinati dal calcare, che in pochi secondi e con un semplice palloncino si trasformano così

3) Tante bottiglie di plastica appese al muro, guardate che bell’effetto!

4) Una bottiglia di vetro appesa al soffitto

5) Barattoli di vetro attaccati ad una tavola di legno e appesi alla parete

Ed oltre ai barattoli di vetro, si possono usare anche quelli in latta ed in plastica, ma non solo, perchè i vasi si possono creare anche utilizzando dei tessuti, ecco qualche esempio

6) Jeans. Questo è uno dei più originali e divertenti modi che ho trovato sul web per riciclare vecchi jeans 🙂

7) Giacche. Che poesia!

8) Cappellini

9) Scarponi. E questo? Non lo trovate incantevole?

Ed ora passiamo ai mobili…

10) Sgabelli sfondati … o semplici sedie

11) Carrozzina

12) Cassettiera

13) Lampadine

e ancora lampadine

14) Libri… Prima che qualcuno gridi allo scandalo, vorrei ricordarvi che non tutti i libri son degni d’essere letti e che, se qualcuno non fosse stato stampato, sarebbe stato meglio! Quindi i libri in questione son quelli inutili, che magari qualcuno vi ha regalato, e non di certo i grandi classici o le meravigliose opere che aprono la mente!

15) Vecchi copertoni

16) Camere d’aria rotte delle biciclette…

ancora camere d’aria

17) Contenitori vari, come cassetti e … chitarre

18) Vecchie pentole

19) Tubi in Pvc

E riguardo ai tubi in Pvc vi posto anche interessante video per creare un meraviglioso giardino verticale!

33 thoughts on “19 idee per creare vasi riciclando ciò che abbiamo in casa

  1. fantastiche idee…..io ho rciclato il mio lavello della cucina composto da 2 vaschette ,sono diventate delle belle fioriere………poi ho messo piante dentro i buchi dei mattoni grigi fopratio li ho dipinti ed e’ venuto un effetto bellissimo…….

  2. Sono incantata davanti alla GenialitA’ della gente…. Evviva la fantasia …. l’unica proprieta’ che la tecnologia ancora non arriva!!!!

    • Ciao Gabriella e grazie per il tuo commento… hai proprio ragione, anche se penso che non è che la tecnologia non ci arriva, ma ci sono dei grossi interessi di pochi che fanno in modo che la civiltà rimanga ferma… non so se conosci Nikola Tesla, per me (e per molti altri) è il più grande genio del secolo passato, la corrente alternata che usiamo tutti i giorni è opera sua, così come la radio, erroneamente attribuita a Marconi, che è stato suo allievo, ma questo grande uomo ha inventato talmente tante cose che chiunque indaghi su di lui, rimane stupefatto dalla sua genialità, aveva previsto perfino internet!… Ebbene Tesla, chiamato anche l’uomo dei fulmini, diceva che “La scienza non è nient’altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità.”… è morto in circostanze misteriose, solo e povero e stava tentando di fare avere a tutta l’umanità energia gratis ed illimitata… ti consiglio e consiglio a chiunque legga questo mio commento, di cercare su youtube i suoi video, c’è pure un film che narra la sua storia e che ci può far capire meglio cosa sta accadendo ai giorni nostri…

  3. Il riciclare mi affascina e divento particolarmente creativa!
    L’idea che mi è più piaciuta è quella delle lampadine vasi!
    Complimenti per il tuo blog!
    Love
    L

    • Ciao Laurin, grazie per il tuo commento e complimenti per la tua predisposizione alla creatività! 🙂 Sai anche io quando guardo un oggetto, ci vedo dentro altri possibili usi e la cosa è molto stimolante e divertente e penso che la creatività sia un qualcosa che ognuno possiede “di default”, ma poi va coltivata per farla crescere, proprio come un germoglio che per diventare un albero ha bisogno di cure, dedizione ed amore! ❤

  4. Belle idee complimenti! belle anche le foto… ma nessuna di quelle piante ha bisogno dei famosi fori sotto il vaso per far defluire l’acqua??
    buona giornata! Maddalena

    • Eh si è vero, soprattutto quelli in vetro… altri materiali si possono bucare e volendo si può fare anche col vetro, ma la cosa è più difficile e ci vogliono gli attrezzi adatti 🙂 Grazie per il tuo commento Pastapartout!

  5. Ciao, dove si possono trovare i ganci che abbracciano i barattoli di vetro? Non riesco a trovarli in nessuna ferramenta.

  6. Complimenti Cosmosicula.Idee originali e divertenti,anche se in alcuni casi(jeans o cappello baseball)mi chiedo coma faccia a non formarsi muffa con il passare del tempo.Anche io creo riciclando oggetti vari con lo scopo di realizzare vasi per piante ad un costo il piu’ possibile vicino allo zero.

    • Ciao Ettore e grazie per i complimenti, il mio unico merito è quello di aver raccolto questi post sparsi nel web e di averli riuniti 🙂
      Riguardo alla praticità penso che la terra non sia a contatto diretto con i jeans. Infatti guardando l’immagine si vedono dei pallini e questo mi fa pensare all’argilla espansa… secondo me dentro i jeans c’è della plastica (a contatto con la terra) e poi dell’argilla espansa fra la plastica e i jeans… è solo un’ipotesi ma penso che così funzioni. Purtroppo ho cercato invano il link originale che magari conteneva una spiegazione, ma niente da fare, non l’ho trovato. Per il cappellino penso che basti fare la stessa cosa, isolare la terra con della plastica. Grazie per il commento!

  7. Complimenti per le tue idee decisamente originali. Mi chiedevo però dal punto di vista pratico quanto fossero funzionali alcune. Ad esempio: Jeans e cappellini. Con il passare del tempo non si riempiono di muffa o segni lasciati dal calcare? Anche a me piace molto riciclare vari oggetti creando vasi per piante e cercando allo stesso tempo di restare il più possibile vicino al costo zero.

  8. Grazie per avermi risposto. Credo tu abbia ragione, il particolare dei puntini non lo avevo notato. Ti auguro un buon lavoro per le tue prossime creazioni. Ettore.

    • 🙂 Per me è un piacere ricevere commenti e poter rispondere, perchè li considero come parte integrante del post, sono un arricchimento ed un proseguimento del discorso, quindi grazie a te Ettore per aver sollevato questo dubbio perchè potrà essere d’aiuto a tutti i lettori futuri 😉

  9. Sono stupefatta per la creatività e l’ingegno di tante persone !! Sono delle creazioni bellissime !! A volte mi viene però come un vago senso di colpa perchè , abituata come sono al riciclo, certamente risparmio e mi diverto a inventare o a copiare idee,(in questo momento sto facendo un lampadario visto in rete con le palettine di plastica del caffè…) però non faccio girare l’economia !

    • Cara Gabry grazie per il tuo commento, mi dai l’opportunità di spiegare come la penso a riguardo sulla nostra economia…
      Il nostro sistema è basato sul PIL e già solo per questo motivo secondo me è un sistema senza “basi logiche”. Ti faccio un esempio pratico: se in Italia molte persone decidono di passare ai pannelli solari e quindi risparmiano energia, il PIL scende, perchè l’energia che acquistiamo è di quantità inferiore, quindi i soldi che incassa l’azienda son meno e scende il loro fatturato. Se aprono una fabbrica che produce armi e le vendono il PIL sale.
      Ma chiediamoci una cosa, l’energia prodotta da fonti non rinnovabili e le armi sono di beneficio a noi esseri umani?
      Direi proprio di no….
      Inoltre “fare girare l’economia” significa pure che quando una cosa si rompe è da buttare e questo molto spesso indipendentemente dalla nostra volontà. Noi magari vorremmo aggiustarlo il nostro pc o il nostro ferro da stiro, ma per farlo spenderemo a momneti più soldi che per acquistarlo nuovo e quindi che facciamo? Lo buttiamo e ne compriamo un altro. Da notare con ATTENZIONE: il fatto che spesso i prodotti che acquistiamo si rompono dopo un paio di anni non è un caso, ma una cosa voluta, si chiama obsolescenza programmata ed è il trucchetto che le ditte usano per avere CLIENTI A VITA. E’ uno dei meccanismi perversi della nostra perversa economia che ci ha portato ad avere un mondo pieno di rifiuti ed inquinatissimo!!!
      Comprare un oggetto economico da uno dei tanti negozi cinesi potrebbe voler dire finanziare, senza saperlo, lo sfruttamento del lavoro, anche minorile…
      Chi ricicla…
      Chi ricicla è in un certo senso un rivoluzionario 😉 perchè si dissocia da questo sistema malato proponendone un altro!
      Riciclare un oggetto per dargli nuova vita significa moltissime cose:
      – significa non farlo finire in una discarica colma di molti altri rifiuti, che impiegheranno millenni per trasformarsi…. o magari impiegeranno pochi minuti perchè bruciati, ma saranno comunque dannosi per le persone delle vicinanze e per l’ambiente.
      – significa mettere in moto la nostra creatività! ❤
      La creatività è qualcosa che ogni essere umano possiede ed è una grandissima alleata nel nostro cammino che è la vita. Essere creativi, per me, non significa creare chissà quale mega opera artistica, essere creativi significa saper risolvere di giorno in giorno i piccoli intoppi che si presentano, riuscire a vedere le possibili alternative e buttarsi nello sperimentarle. Inoltre è risaputo dalla psicologia che il "creare con le mani" aiuta il nostro essere ad esprimersi meglio, con più equilibrio….
      – significa dare più valore alle cose
      Perchè per produrre quell'oggetto è stata impiegata energia elettrica e chissà quali lavorazioni dannose per l'ambiente, quindi prima di gettarlo è bene tentare di donargli una nuova vita! 🙂
      Quindi cara Gabry continua a riciclare e siine fiera! ❤

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...