Uncinetto e maglia, sono una malattia?

In uno dei commenti al mio post “10 buoni motivi per NON acquistare handmade” paolo48  mi ha dato della pazza drogata 🙂 ed io, che fortunatamente sono dotata di una grande autoironia gli ho confermato sia la mia follia, che la mia dipendenza… dalla lana, ma per la precisione dall’uncinetto, visto che non disdegno affatto gli altri filati come il cotone e gli acrilici… e non a caso chiamo il mio amico Giancarlo (proprietario della merceria nella quale acquisto i filati) il mio spacciatore di fiducia 😉

In generale i cosidetti hobby creativi sono la mia grande passione, l’atto della creazione infatti mi da grandi soddisfazioni, in senso artistico intendo perchè il lato economico è assolutamente disastroso e, in un certo senso, lo sento come una forma di meditazione. Infatti quando sono immersa nel mio mondo creativo sto bene, mi sento in pace e felice, perciò penso che mai potrei rinunciare a questa forma di autoaiuto ed autocura che mi aiuta anche a disintossicarmi dallo schifo che vedo in questo pazzo mondo. Questo mondo nel quale prevale il consumismo e la disinformazione, nel quale chi ci dovrebbe tutelare ci riduce in schiavitù (stato), chi ci dovrebbe proteggere ci mangannella (forze dell’ordine), chi ci dovrebbe curare ci fa ammalare (case farmaceutiche), chi ci dovrebbe informare fa solo pettegolezzo politico per distraci e manovrarci (mass-media).

Comunque tornando alla mia dipendenza 🙂 malattia della quale sicuramente anche molte di voi “soffrono”, vi voglio far vedere un video veramente carino, che la mia cara amica Giuppy Uccello, bravissima fotografa e grafica, mi ha postato ieri su facebook.

Buona visione! 🙂

N.B. “Finchè c’è lana c’è speranza!” 😉

Annunci

15 thoughts on “Uncinetto e maglia, sono una malattia?

  1. Il video mi è molto piaciuto, ma vorrei sapere come andrà a finire questa storia.. non c’è una seconda parte???

    Io lavoro tanto a uncinetto, e a maglia (anzi per dire mi piacciano i lavoretti fai da te in tutte le maniere) comunque trovare piacere in queste cose non è una malattia, anzi tanta gente non sa nemmeno attaccare un semplice bottone…

    vivano i lavoretti a fai da te… ti abbraccio Pif

    • La vorrei vedere anch’io la seconda parte, ma non so se esiste… comunque quando finisce la lana immaginavo un finale diverso, pensavo che usasse il suo vestito di lana e non i capelli 🙂 Di sicuro questo video descrive molto bene la “nostra malattia”… non si riesce a smettere 🙂 ma come ho scritto in un mio aggiornamento di stato nella pagina facebook: finchè c’è lana c’è speranza! 🙂

      • bella questa frase ” finchè c’è lana c’è speranza!”… io sto adesso lavorando su una copertina per la nostra cagnetta nella tonalita di blu uquale come la stoffa nel nostro camper.. sperò di finirla presto, perchè mi vine già qualcosa di nuovo in mente 😀

  2. Concordo in pieno con ciò che hai scritto. A parole è difficile da spiegare. solo chi lavora a maglia o con l’uncinetto può capire. E’ come se si fosse su un altro mondo fatto di maglie alte, schemi buttati giù, cancellati e rifatti, fili vaganti, uncinetti e colori tanti colori.

  3. Ahaha, ma che simpatico questo video.. Mi ricorda molto lo scoiattolo dell’era glaciale ossessionato dalla sua ghianda, solo che stavolta al posto della ghianda c’è la lana, anzi parliamo genericamente di filo, la “malattia” che ci accomuna! Beh sapete? mai stata più felice di avere una simile malattia, se questa malattia mi porta a gioire nei momenti tediosi, se porta dinamismo e fantasia nella mia vita (è inevitabilmente ti cambia il modo di vederla!). Sono proprio d’accordo con te quando dici che è un modo per evadere. E non solo: come tutte avrete sperimentato, è saper dar forma e vita a qualcosa; è magico, potente: poter creare e fare dal nulla è un tipo di soddisfazione che non avevo mai provato. Direi che i passatempi “malati”, insani, sono altri! Chi non prova, non può capire. Mi spiace per loro. E mi spiace di avere poco tempo x questa “malattia”. Un abbraccio!

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...