Dal Knitting Relay a Mettiamoci una pezza

Nei post passati, vi ho parlato di due iniziative, il “Knitting Relay” e “Mettiamoci una pezza“.

Il primo si è quasi concluso, infatti rimarra in esposizione a Faenza fno al 17 marzo e poi, gli 80 manufatti pervenuti saranno donati a L’Acquila per rivestire la città, in occasione del secondo evento.

Quello che vedete nella foto qui sopra è il manufatto realizzato con le pezze pervenute all’indirizzo del MIC di Faenza, in occasione dell’evento “Knitting Relay, il manufatto e il viaggio” (10 marzo 2012), esposto al MIC dal 10 al 17 marzo 2012, che sarà donato all’associazione Animammerso de L’Aquila, per l’iniziativa “Mettiamoci una pezza”.

Queste pezze sono arrivate da tutta Italia e dall’estero (Francia, Inghilterra, Spagna, Argentina), sono state realizzate da 65 persone. Sono state utilizzate durante il workshop organizzato nell’ambito dell’evento.

Ed ora vi mostro le “pezze pezzo per pezzo” 🙂 che ho scaricato dalla pagina facebook del Knitting relay… ne manca qualcuna ma appena la caricano la inserirò anch’io…

Ma prima vorrei ricordarvi che siete ancora in tempo per partecipare a “Mettiamoci una pezza“!

Ecco le foto, buona visione!

Annunci

Knitting Relay Event

Oggi vi voglio parlare di un evento a cui pateciperò, si chiama Knitting Relay Event.

E’ nato dal Knitting Relay, ovvero la staffetta del lavoro a maglia, di cui purtroppo sono venuta a conoscenza solo pochi giorni fa e quindi non ho potuto partecipare 😦

Di cosa si tratta?

E’ una bellissima iniziativa nata dall’idea di Lauraluna Ceccolini, Mariapia Gambino, Andrea Kotliarsky e consiste nel creare un manufatto a più mani. Le partecipanti infatti ricevono a casa loro il pacco col manufatto, mandato dalla “collega” precedente, ci lavorano per un massimo di 4 giorni e poi lo spediscono alla persona successiva che fa altrettanto. Le partecipanti provengono da tutta l’Italia e questa iniziativa è anche un modo per festeggiare i 150 anni dell’unità.  In questi giorni il manufatto dovrebbe essere nelle mani della 30.sima ed ultima partecipante che terminerà quindi l’opera, che verrà esposta al Museo Internazionale delle ceramiche di Faenza il 10 Marzo.

In questa occasione si terrà anche un workshop, ovvero il Knitting Relay Event, di cui vi ho accennato all’inizio di questo post, a cui potranno partecipare anche le persone che non hanno potuto partecipare al Knitting Relay, e lo potranno fare sia dal vivo che da lontano, come me 🙂

Per partecipare basta inviare il proprio manufatto entro il 29 febbraio. I manufatti non verranno restituiti e saranno assemblati assieme per creare un’opera collettiva. Alla fine del workshop i vari “pezzi” verranno smontati e venduti singolarmente ed il ricavato sarà devoluto ad Emergency

Per saperne di più clicca qui per raggiungere il sito Knitting Relay, e qui per la pagina facebook con l’evento Knitting Relay Event.

Io stamattina ho spedito il mio ciondolo all’uncinetto, che si vede nelle foto in alto… e tu parteciperai?